Invito all'Assemblea

 

DONNE IN RETE PER LA RIVOLUZIONE GENTILE

in relazione con TERRE MUTATE

I ASSEMBLEA NAZIONALE

L'AQUILA 11, 12 e 13 NOVEMBRE 2011

 

La Rete delle donne per la rivoluzione gentile si riunisce l'11, 12 e 13 novembre 2011 a l'Aquila per la sua prima assemblea nazionale.

Dalla sua nascita, nel 2009 per lo svolgimento delle primarie in Puglia la Rete è cresciuta ed è diventata un'esperienza che coinvolge centinaia di donne in tutto il Paese.

Le donne partendo dalle proprie esperienze, dai propri saperi e dal proprio sentire vogliono recuperare buone pratiche di tanti territori e Regioni per metterle a frutto in una reciproca contaminazione in modo da poter incidere profondamente sulle scelte politiche del Paese.

Stiamo lavorando su alcuni nodi fondamentali per elaborare proposte da condividere nell'assemblea di l' Aquila in gruppi di lavoro a cui tutte/i potranno partecipare attivamente.

Proponi le tue idee per sciogliere uno dei seguenti nodi:

1. INCOMPIUTA DEMOCRAZIA L’incompiuta democrazia del nostro Paese che si priva di fatto di competenze ed esperienze delle donne nella vita pubblica,con conseguente grave danno per l’intero sistema sociale, politico ed economico.


2. LAVORO La crisi del lavoro rivelatrice di un disagio profondo che investe il sistema stesso del lavoro concepito esclusivamente su ritmi produttivi ed economici. Le donne, più degli uomini, avvertono l’esigenza e il desiderio di un’organizzazione del lavoro circolare, collaborativa, conciliabile con i ritmi di vita propri di un’esistenza pienamente vissuta nei suoi molteplici aspetti (Benessere Interno Lordo).


3. CORPO E VIOLENZA La recrudescenza della violenza sulle donne generata dalla mercificazione del corpo femminile e da un linguaggio sessista che sostiene l’idea della sopraffazione e del potere come
base di ogni relazione.


4. AMBIENTE La devastazione della madre terra a opera di politiche messe in atto da una classe dirigente quasi del tutto priva della sensibilità e dell’esperienza femminile.


5. CULTURA ED AGENZIE EDUCATIVE Un gravissimo arretramento culturale che si evidenzia particolarmente nella scuola e nell’università ma che si ripercuote su tutta la filiera educativa e valoriale. Questo provoca nelle giovani generazioni nuove forme di violenza, razzismo e intolleranza finalizzate alla falsa affermazione del sé.


6. GIUSTIZIA LEGALITÀ E LAICITÀ La diffusione di pratiche clientelari e di corruzione che mortifica soprattutto le potenzialità femminili puntando sul concetto di potere che genera potere.


Il risultato di tale impegno costituirà l'insieme di proposte che avanzeremo ai partiti della sinistra e alle/ai candidati premier affinché le acquisiscano nei loro programmi.

 

RIVOLUZIONARIE GENTILI, PER ELABORARE ASSIEME LE PROPOSTE,

 

VI ASPETTIAMO A L'AQUILA l'11, 12 e 13 NOVEMBRE 2011.

 

Per iscrivervi compilate il modulo di adesione.