Rete donne per la rivoluzione gentile

La Tratta Umana non si ferma: Le donne sono le vittime che pagano di più in questa orrenda tragedia, sfruttate e vendute!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/12/19/la-tratta-degli-esseri-umani-…
“….Intanto la tratta di esseri umani resta un mercato fiorente. Un ruolo centrale è svolto dalla Libia, punto di incrocio di trafficanti senza scrupoli e di migranti richiedenti asilo, costretti al carcere. L’ultima inchiesta della Procura di Napoli ha scoperto un’organizzazione criminale che sfruttava ragazze nigeriane, costrette a prostituirsi. Circa mille donne venivano trasferite ogni anno in Italia. L’indagine ha monitorato almeno sei viaggi. Le donne finivano sul litorale domitio flegreo, nel casertano, vendute alla madame in blocchi di 10-15. Un orrendo mercato dei corpi per finanziare il traffico della droga. La rete criminale sceglieva le giovani in base alla bellezza e anche alle possibilità economiche della famiglia per far fronte alle spese di viaggio. Le ragazze e i migranti nigeriani venivano trasferiti in Libia dove pagavano l’alloggio in campi o abitazioni, prima di partire verso l’Italia con passaporti falsi per viaggiare in aereo. In questo modo si aggirava anche il pattugliamento nel Mediterraneo. Alcuni non riuscivano a raggiungere il nostro paese perché morivano per denutrimento o per le enormi difficoltà del viaggio verso la Libia, dove restavano in campi di attraversamento per settimane. Le ragazze che non resistevano per le miserevoli condizioni igieniche e alimentari, venivano abbandonate e vendute al migliore offerente. L’organizzazione aveva il referente principale proprio in Libia, il paese di Gheddafi.”
Nella Toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *