Rete donne per la rivoluzione gentile

L’indulto occulto

L’indulto occulto è il titolo dell’articolo di Marco Travaglio, non solo titolo di un articolo, ma quello che è effettivamente successo nel silenzio più totale di tutte le forze politiche e quindi anche di quel che impropriamente continuiamo a chiamare opposizione.
Si perchè la maggioranza di centro destra ha appena approvato un indultino “mascherato” , che entrerà in vigore il 16 dicembre prossimo e che permetterà a migliaia di delinquenti di tornare liberi anzitempo, alla faccia della certezza della pena e della tolleranza zero.
Con questo ddl Alfano si prevede che i detenuti possono trascorrere l’ultimo anno di detenzione fuori dal carcere, disponendo così per le le pene detentive non superiori ad un anno e degli “analoghi residui di maggior pena” .
Già oggi i detenuti possono scontare gli ultimi due anni di pena agli arresti domiciliari e gli ultimi tre in affidamento ai servizi sociali, cioè liberi.
Coloro che hanno commesso reati entro il maggio 2006 per effetto del precedente indulto non fanno un giorno di carcere, nemmeno se condannati a 6 anni, infatti con l’indulto c’è uno sconto automatico di tre anni.
Con questo ddl Alfano la franchigia sale a 4 anni e addirittura a 7 per i reati coperti da indulto!
La cosa più preoccupante di questa legge è però che chi ha commesso reati può tornare a casa senza l’obbligo di abbandonare il domicilio della persona offesa. Quindi, chi ha commesso reati di maltrattamenti e di molestie verso il coniuge o di altre persone ivi residenti può tornare comodamente a delinquere. Non è difficile immaginare che, essendo migliaia le persone che verranno rilasciate, ci sarà un nuovo incremento di reati e di insicurezza sociale.
Come spesso accade con le leggi del c.d. anche questa è incostituzionale, perchè non approvata con la maggioranza del 2/3 prevista dalla Costituzione, infatti l’hanno votata solo lega e PDL e quindi sarà bocciata dalla consulta, almeno così auspichiamo.
C’è però da rilevare l’incoerenza della Lega che predica e parla di sicurezza e poi approva questo tipo di provvedimenti che vanno nella direzione diametralmente opposta!!!
Nella Toscano( referente della regione Sicilia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *