index

monti per favore basta!!!!!!

Daniela Accurso
ADESSO BASTA, SIGNOR MONTI
Spending review. Il solo suono ormai ci fa orrore. Siamo nelle sabbie mobili e nessuno fa niente. Il premier Monti ha dichiarato lo “stato di guerra”. Gia’.Perchè il conflitto non è solo quello che si vive combattendo con le armi. E’ anche questo. Disagio, difficoltà, sacrifici e tensioni allo stato esponenziale. La sanità sarà un flop. La scuola pubblica non ne parliamo.I servizi ce li potremo solo sognare. La sicurezza sociale esploderà. Tutto a favore di niente. I famosi tagli serviranno a sanare il deficit e non a migliorare la condizione di vita delle disagiate e della classe media, ormai accertato sempre meno abbiente. E invece la cosiddette caste continuano a restare fuori. Prendete i notai, i farmacisti, i manager e i dirigenti. Quelli non si toccano. Una manovrina del Governo cerca in minima parte di entrare in punta di piedi nelle tasche di queste facoltose categorie, senza però realmente attingere dal loro fantasmagorico bilancio. E non ci vengano a dire che anche loro sono inguaiati perchè basta semplicemente soffermarsi sul loro stile di vita nel quotidiano per comprendere che c’è ancora chi , sulla pelle degli altri, diventa sempre piu’ ricco sfondato. Sapete quanto prende un direttore generale di uno sparuto ente locale della Sicilia? Appena 150 mila euro l’anno. Ma vi sembra equo e solidale? Facciamo i sacrifici, ma tutti quanti. E NON SI POSSONO TAGLIARE I POSTI DI LAVORO DELLA POVERA GENTE. BISOGNA TAGLIARE I MEGA STIPENDI DEI DIRIGENTI. COSI’ LAVORIAMO TUTTI E NESSUNO VA A CASA. MA CI VUOLE TANTO PER COMPRENDERE CHE C’E’ UNA POLVERIERA SOCIALE CHE STA ESPLODENDO? CHE SIGNIFICA TAGLIARE IL 20 % DEI DIRIGENTI? ANDATE SOTTO TAGLIATE l’80 %. TAGLIATE I COSTI ALTISSIMI DEI NOTAI. DEI FARMACISTI,DEI SUPER MANAGER.
Basta con i diktat funesti del tipo: dobbiamo soffrire, dobbiamo patire, dobbiamo capire. No. Il nuovo diktat deve esser : dobbiamo reagire. Come ? Ci sono mille modi per farlo. E l’Italia in ginocchio deve avere uno scatto di orgoglio e urlare i propri diritti all’eguaglianza fiscale. Le previsioni sono nere. Ma la grinta è verde acceso. Il colore di chi vuole sperare che anche gli intoccabili diventino toccabili….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *